Shungite, proprietà e caratteristiche

La Shungite è una roccia metamorfica composta principalmente da carbonio (anche fino al 98%), ed altri elementi quali silicio, alluminio, ferro, magnesio, potassio, zolfo, calcio e fosforo.
Per questo motivo, a seconda degli elementi e delle percentuali di carbonio presenti, il suo colore può variare da un grigio cenere sino al nero intenso.

Secondo alcune teorie, la Shungite, la cui comparsa si ipotizza possa essere avvenuta nel Precambriano, si è originata da depositi mineralizzati di alghe marine, mentre alcuni ipotizzano che possa trattarsi di residui di rocce del pianeta Phaeton, che una volta apparteneva al nostro sistema solare.

Questo raro materiale fu analizzato per la prima volta dal geologo Alexander Alexandrowitsch nel 1887, che lo trovò nei pressi del villaggio Shun’ga, sulla riva del Lago Onega, in Carelia, Russia, da cui la pietra ha preso il nome. Oggi viene estratta principalmente nelle miniere russe di Zazhoginskij, nella regione di Carelia (Russia) l’unica regione al mondo dove è stata rinvenuta sino ad ora.

La particolarità della sua composizione la rende una pietra unica e molto ricercata.
Esistono attualmente in commercio diverse qualità:

– Elite: è la Shungite di prima qualità, estratta a mano direttamente nelle miniere vicino al villaggio di Shun’ga, in Carelia. A differenza delle altre pietre grezze di Shungite, la qualità Elite ha una superficie lucida ed è più rara in natura, per questo motivo ha un valore maggiore. Si compone mediamente fino al 90-95% di carbonio, rispetto al 30-50% della Shungite normale, con livelli estremamente alti di fullereni (anthraxolite), conduce elettricità, è particolarmente ricercata dai collezionisti ed è l’unica consigliata per preparare Elisir di Shungite.

– II^ qualità: è la Shungite della cava di Zazhoghinskaia, con un contenuto di carbonio da 60 a 80%, leggermente meno brillante e conduce elettricità.

– III^ qualità: è la Shungite della cava Macsovscaia, con un contenuto di carbonio da 30 a 50%, conduce elettricità. A causa dell’elevato contenuto di silice, questo materiale può presentare delle bande biancastre, è più rigido e fragile.

– IV^ qualità: in realtà si tratta di ardesia di Shungite, viene estratta dalla cava di Nigozerscaia, nei pressi della città di Condopoga (Carelia), con un contenuto di carbonio da 2 a 5%, non conduce elettricità ed è molto porosa. Questa qualità di Shungite è più tenera e più leggera delle qualità migliori, per questo ha un costo relativamente basso.

In commercio esiste anche un materiale artificiale, simile alla Shungite, di colore nero, leggero e non conduttivo, che non ha nulla a che fare con la controparte naturale.

La Shungite di buona qualità si riconosce perchè è conduttiva e sporca sempre, anche se a volte in minima parte, ed ha una densità di 1.9 a 2.1 g/cm³

Ecco alcuni riferimenti di oggetti realizzati con Shungite naturale per poter fare dei confronti:

Piramide con base 50×50мм, ha un peso di 90 g
Piramide con base 70×70мм, ha un peso di 230 g
Piramide con base 100x100mm, ha un peso di 550 g
Cilindro con dimensione di 97x25mm, ha un peso di 200 g
Sfera con un diametro di 50 mm, ha un peso di 160 g
Piastra di dimensione di 100х100x9mm, ha un peso di 270 g

Cristalloterapia

Le proprietà benefiche e curative della Shungite erano già note in Russia diversi secoli fa. Secondo le cronache del tempo, infatti, anche la zarina Marija Ivanovna Romanova, in punto di morte, fu curata con l’acqua benefica proveniente dalle fonti della Carelia, il cui sottosuolo era appunto ricco di Shungite. Inoltre la struttura sferica semi perfetta e le dimensioni microscopiche dei fullereni, molecole presenti nella struttura atomica del carbonio all’interno della Shungite, sono in grado di creare una barriera alla diffusione di virus nelle cellule di un organismo infettato.
Per tale motivo la Shungite ha forti proprietà di guarigione, è tonificante, purificante e armonizzante oltre ad essere un potente scudo contro le radiazioni elettromagnetiche.

Nella foto: in alto campioni di Shungite Elite, con i caratteristici riflessi metallici; in basso Shungite di II^ qualità.

Spero possa tornarvi utile e vi invito a condividere per diffondere informazioni chiare e corrette.

Siate sempre prudenti e acquistate solo da professionisti seri e preparati.

Se avete dubbi su qualche pietra o qualche nome strano, contattatemi senza problemi a me fa piacere 😊

Alla prossima,

Gennaro

Testo e Foto Editing: © Gennaro Giovatore

– Se sei un utente Facebook puoi seguirmi sul mio gruppo “Gruppo di studio e condivisione sulla Gemmologia e sulla Cristalloterapia”

– Per rimanere aggiornato sul meraviglioso mondo dei minerali, delle gemme e dei cristalli puoi iscriverti alla mia  Newsletter!

Leggere Attentamente

Tutte le informazioni contenute in questo sito sono da intendersi nè a finalità terapeutiche, nè a finalità estetiche ma sono finalizzate esclusivamente per promuovere una maggiore conoscenza del mondo che ci circonda. Si declina ogni responsabilità per un uso improprio delle informazioni presenti in questo sito e si sottolinea che esse sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e che non possono sostituire in alcun caso il consiglio o il parere di un medico abilitato (ovvero un laureato in medicina, abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, psicoterapeuti, psicologi, e così via). Le pietre ed i cristalli non possono e non devono essere utilizzati al posto di un trattamento medico regolare. Si raccomanda di cercare sempre un aiuto professionale quando si presentano problemi seri o di salute.

Autore dell'articolo: Gennaro Giovatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *