Margarite

Colore: bianco, grigio perla, rossiccio
Striscio: bianco
Genesi: ambiente primario, comunemente associata con Corindone come prodotto di alterazione
Classe Mineralogica: Fillosilicati
Chimismo: allumosilicato di calcio
Formula: CaAl2(Si2Al2)O10(OH)2
Elementi: calcio 10-14%, alluminio 21-51%, silicio 14-30%, idrogeno 1-5%, ossigeno 48%
Abito: cristalli isolati rari, perlopiù in aggregati scagliosi o fogliati
Indice di rifrazione: 1,595 – 1,648
Sfaldatura: perfetta
Frattura: fragile
Lucentezza: madreperlacea
Trasparenza: traslucida
Pleocroismo: – – –
Fluorescenza: media, azzurro chiaro
 
Etimologia: chiamata così nel 1823 dal chimico e mineralogista tedesco Johann Nepomuk von Fuchs, dal gr. margaritos, perla, per la sua lucentezza
 
Storia
La Margarite è un minerale relativamente raro, trovato come inclusione in alcuni Rubini e Zaffari del deposito di Snezhnoe, in Tagikistan. In questa varietà del Gruppo delle Miche, le laminette si spezzano con più faciltà, da cui il nome di mica fragile.
 
Giacimenti : Grecia (Isola di Naxos), Austria (Tirolo), Russia (Ekaterinurg Distict, Urali) e USA (Massacgussetts)

Testo e Foto Editing: © Gennaro Giovatore

– Se sei un utente Facebook puoi seguirmi sul mio gruppo “Gruppo di studio e condivisione sulla Gemmologia e sulla Cristalloterapia”

– Per rimanere aggiornato sul meraviglioso mondo dei minerali, delle gemme e dei cristalli puoi iscriverti alla mia  Newsletter!

Leggere Attentamente

Tutte le informazioni contenute in questo sito sono da intendersi nè a finalità terapeutiche, nè a finalità estetiche ma sono finalizzate esclusivamente per promuovere una maggiore conoscenza del mondo che ci circonda. Si declina ogni responsabilità per un uso improprio delle informazioni presenti in questo sito e si sottolinea che esse sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e che non possono sostituire in alcun caso il consiglio o il parere di un medico abilitato (ovvero un laureato in medicina, abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, psicoterapeuti, psicologi, e così via). Le pietre ed i cristalli non possono e non devono essere utilizzati al posto di un trattamento medico regolare. Si raccomanda di cercare sempre un aiuto professionale quando si presentano problemi seri o di salute.