Muscovite

Colore: incolore, bianco-grigio, argento/dorato, giallo-bruno
Striscio: bianco
Genesi: rocce intrusive (graniti) e pegmatiti
Classe Mineralogica: Fillosilicati
Chimismo: silicato di alluminio e potassio
Formula: KAl2(Si3Al)O10(OH,F)2
Elementi: potassio 10-12%, alluminio 20-38%, silicio 21-45%, idrogeno 1-4%, ossigeno 47%, fluoro 1%
Abito: piccoli cristalli esagonali tabulari in aggregati compatti, lamellari 
Indice di rifrazione: 1.552 – 1618 
Durezza:  2.5
Sfaldatura: perfetta
Frattura: irregolare
Lucentezza: metallica
Trasparenza: da trasparente a traslucido
Pleocroismo: tricroica, blu/giallo/verde
Fluorescenza: – – –
 
Etimologia: l’odierno nome Muscovite, deriva da ‘vetro muscovita’, definizione utilizzata per la prima volta dal chimico e farmacista tedesco Johann Gottfried Schmeisser, nel suo trattato di mineralogia del 1794, in riferimento alla provincia di Moscovia, in Russia, dove nel medioevo questo minerale veniva utilizzato come sostituto del vetro.
 
Storia
La Muscovite è il minerale più comune del Gruppo delle Miche, cui fanno parte anche Lepidolite, Biotite, Paragonite e Margarite. Il termine ‘mica’ deriva dal latino micare, luccicare, in riferimento all’aspetto delle superfici di questi minerali e fu utilizzato in ambito mineralogico già dal 1706, mentre dal 1535 si usava il termine isinglass, ‘colla di pesce’, in riferimento all’aspetto simile alle squame dei pesci. La Muscovite è un materiale tenero – si riga con un’unghia – flessibile ed elastico, da cui si possono ottenere lamine sottilissime. Le sue proprietà di buon isolante termico e elettrico, lo rendono un materiale molto utilizzato nella produzione di componenti elettrici, di pneumatici e nei cosmetici.
Varietà:

Alurgite: varietà color porpora, ricca di manganese

Phengite: varietà di colore verde chiaro, ad elevato contenuto di silice

Mariposite: varietà di Phengite di colore verde intenso per presenza di cromo, prende il nome dalla località di Mariposa County, in California

Star Muscovite: nome commerciale per geminati cristallini a forma di stella

Schernikite: varietà di colore rosa chiaro

Sericite: varietà verde pallido, così chiamata per l’aspetto setoso

Illite: varietà bianco-argento, povera di potassio, chiamata così perché scoperta nel 1937 in una località non precisa in Illinois, USA.

– Fuchsite: varietà verde argento ricca di cromo, chiamata così nel 1842 in onore del professore e mineralogista tedesco Johann Nepomuk von Fuchs; si presenta in aggregati compatti, micacei. Tecnicamente, per parlare di Fuchsite, il cromo deve essere superiore al 4,8 % del minerale, altrimenti si parla di Mariposite. Depositi in Italia (nelle province di Aosta, Como, Sondrio, Bolzano e Biella), oltre Austria e Russia (Urali). Sinon. Cromo-Mica, Gaebhardite

Verdite: nome commerciale per una pietra ornamentale composta prevalentemente da Fuchsite, spesso impura, utilizzata per realizzare piccole sculture ornamentali, originaria del fiume Nord Kaap, Kaap Station, Sud Africa.

Ruby-Fuchsite: roccia a base di Fuchsite, contenente cristalli di Rubino circondati da un piccolo strato blu-verdastro di Cianite; per il bel contrasto fra il verde della Fuchsite ed il rosso del Rubino, questa pietra è diventata un materiale particolarmente ricercato ed utilizzato per realizzare incisioni e piccole sculture.

Giacimenti: Australia (Nuovo Galles del Sud, Tasmania, Australia occidentale), Austria (Salisburgo, Tirolo), Brasile (Mato Grosso, Minas Gerais), Canada (British Columbia, Nuova Scozia, Québec), Cina (Anhui Province, Guangxi Zhuang Autonomous Region, Henan Province, Hubei Province, Qinghai Province).
 

 

Testo e Foto Editing: © Gennaro Giovatore

– Se sei un utente Facebook puoi seguirmi sul mio gruppo “Gruppo di studio e condivisione sulla Gemmologia e sulla Cristalloterapia”

– Per rimanere aggiornato sul meraviglioso mondo dei minerali, delle gemme e dei cristalli puoi iscriverti alla mia  Newsletter!

Leggere Attentamente

Tutte le informazioni contenute in questo sito sono da intendersi nè a finalità terapeutiche, nè a finalità estetiche ma sono finalizzate esclusivamente per promuovere una maggiore conoscenza del mondo che ci circonda. Si declina ogni responsabilità per un uso improprio delle informazioni presenti in questo sito e si sottolinea che esse sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e che non possono sostituire in alcun caso il consiglio o il parere di un medico abilitato (ovvero un laureato in medicina, abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, psicoterapeuti, psicologi, e così via). Le pietre ed i cristalli non possono e non devono essere utilizzati al posto di un trattamento medico regolare. Si raccomanda di cercare sempre un aiuto professionale quando si presentano problemi seri o di salute.